Appunti di Viaggio

La Valle dell’Hunza – Pakistan

Questa affascinante valle d’alta quota si trova nel nord del Pakistan ed è uno dei luoghi più spettacolari del mondo. Molte vette superano i settemila metri quali, il Rakaposhi (7.788 m), l’Ultar Sar (7.388 m), il Bojahagur Dunasir II (7.329 m) e il Ghenta (7.090 m). La valle è abitata del cordiale popolo Hunza, conosciuto anche come uno dei popoli più longevi al mondo: infatti, circa il 60 per cento della popolazione supera facilmente i novanta anni di vita. La loro dieta è semplicissima e comprende: legumi, uova, latte, frutta secca, mentre la carne viene consumata raramente. Fin dall’antichità questa valle, situata a 2.500 metri di quota, era percorsa a vario titolo da missionari, commercianti, soldati e pellegrini in viaggio da e per la Cina e ognuno ha lasciato impresso un segno lungo il suo cammino: i missionari buddhisti, per esempio, incisero sulle pareti rocciose delle montagne migliaia di Buddha e Stupa, altri, invece, scolpirono immagini di animali. Gilgit e Hunza erano due importanti città stazione lungo la via della seta e insieme formavano un piccolo regno (il regno di Hunza) che rimase indipendente fino al 1974, anno in cui fu soppresso da Zulfikar Ali Bhutto. Le case dei villaggi che punteggiano questa valle sono costruite in pietra e fango e sorgono aggrappati alla montagna accanto ai terreni arabili.

Fotografie